Home

Benvenuti nel sito della

Protezione Civile Di Malalbergo

Sito In Costruzione

Protezione Civile Di Malalbergo
Pegaso

 
L’Associazione riunisce volontari che conoscono bene il territorio e si possono attivare in caso di necessità collaborando con le autorità e gli enti competenti. 
 

Nata dalla volontà di alcuni cittadini nell’anno 2006, si annovera tra le associazioni di protezione civile storiche del territorio, con più di 60 volontari iscritti all’origine.

 Guidata fin dalla sua fondazione  da Livio Gurioli purtroppo interrotta dalla improvvisa perdita. Per comprendere cosa rappresentava, chi era Livio, basterebbe chiedere alle persone che lo incontrarono nel cammino della vita, per non cadere nella retorica, e nel rispetto di cosa ha lasciato nel cuore di ognuno di noi. Perché lui è la protezione civile Pegaso di Malalbergo ancora oggi dopo la sua scomparsa. A farne fede e riferimento sono i suoi motti,http://www.comune.malalbergo.bo.it/files/pdf/pubb_1_93.pdf le sue battute, la sua volontà, rispetto in ogni cosa facesse con il sorriso e la semplicità che lo caratterizzava. Diventando ora anello di congiunzione e forza nel continuare ciò che ha lasciato. Così è nato il campo didattico Livio Gurioli.

in virtù della totale libertà che vive  l’associazione abbiamo preso il nome dal famoso cavallo alato della mitologia greca Pegaso,  (dal greco:  Pegasos “pege” sorgente-pozzo ) il quale oltre a conoscere tutti i percorsi dell’acqua, sia sulla superficie che sotto terra era indomabile.  Simbolo di  libertà e aiuto anche nelle imprese più difficili. 

Solo l’eroe Bellerofonte con le pastoie donategli da Atena, dea dell’intelligenza, è riuscito a cavalcarlo.

Attualmente denominata: Associazione di volontari di protezione civile Malalbergo-Pegaso ODV.

Il nostro territorio è soggetto al rischio idrogeologico. 

Al fine di attenuare tale rischio  diventa importante il monitoraggio del territorio per segnalarne le vulnerabilità.

 

 I volontari, a seconda delle personali disponibilità di tempo e competenze acquisite con i corsi regionali, vengono impiegati in base al rischio da fronteggiare, sia  nel  comune di provenienza, sia in ambito provinciale che nazionale.

 Il compito del volontario di protezione civile, come indicato dal D.L. 1/2018, è quello di fronteggiare l’emergenza con opere di previsione, prevenzione, mitigazione dei rischi, alla gestione delle emergenze  al loro superamento aiutando ed assistendo le popolazioni colpite.

La  presenza dei volontari di protezione civile nel territorio è ad oggi necessaria a supportare e sostenere  alcuni servizi, diventando così un collegamento tra   comune e servizio al cittadino. 

L’ente vive grazie a donazioni dei cittadini, al tesseramento annuo degli stessi associati.

La massima autorità a livello comunale è  il sindaco,  il quale in caso di eventi avversi di varia natura nel territorio gestisce la macchina dei soccorsi e, se l’evento non può essere affrontato  con i normali mezzi comunali, chiede aiuto al Prefetto o alla regione.   

Sei Preparato In Caso Di:

Alluvione

Terremoto

La Nostra  Pagina Facebook